Camicia-immagine-in-evidenza

Monte Camicia

Appennino Centrale – Gruppo del Gran Sasso – monte camicia

Presso l’estremita’ orientale della piana di Campo Imperatore si parcheggia l’auto nelle vicinanze di Fonte Vetica.S8002689.jpg Ci incamminiamo in direzione del Gran Sasso seguendo le indicazioni per monte Tremoggia / Camicia. Salendo seguiremo il sentiero a destra. Un primo deciso strappo ci porta in quota su una magnifica sella  prativa. Cavalli in liberta’ pascolano indisturbati e all’orizzonte la piana teramana con il mare mare adriatico. Proseguiamo su dolci panettoni erbosi per aggiungere quota con meno affanno. Sul secondo risalto erboso
si intravvede la lunga traversata che taglia la spalla a sud   del monte Camicia. (tutte le foto)
In prossimita’ dell’ultimo strappo abbandoniamo il sentiero per un istante e saliamo di qualche metro sulla colma della cresta che stiamo traversando. Meraviglioso e’ il colpo d’occhio sulle gigantesche placconate di calcare che rendono famosa la Nord del Camicia.
La cima richiede un ultimo sforzo e un po’ di attenzione sul fondo dissestato e ripido. Per la discesa decidiamo di percorrere la conca glaciale sotto la cresta e quindi chiudiamo l’anello alla biforcazione sopra menzionata.

Il monte Camicia e’ conosciuto nell’ambiente alpinistico come Eiger dell’Appennino perche’ la sua parete nord, con piu’ di mille metri di sviluppo su misto instabile, e’ rimasta per anni il problema da risolvere ha avuto le sue vittime e tutt’oggi annovera pochissime ripetizioni.